Azienda Blumarine Carpi: mons. Castellucci (amministratore apostolico), “sostegno e incoraggiamento ai lavoratori”. “Ridurre impatto negativo”

Il vescovo Erio Castellucci, amministratore apostolico della diocesi di Carpi, appresa dagli organi di stampa la situazione di crisi che è stata dichiarata dalla proprietà per l’azienda Blumarine di Carpi desidera far pervenire ai lavoratori il “proprio sostegno e incoraggiamento”. Auspica inoltre che “il necessario confronto tra la proprietà e i rappresentanti sindacali, con la mediazione delle Istituzioni avvenga all’insegna del dialogo costruttivo e che, a fronte dei sacrifici ritenuti indispensabili per il risanamento dell’azienda per garantirne competitività e sostenibilità, si esprima anche un’attenzione a ridurre il più possibile gli impatti negativi sui singoli dipendenti e le loro famiglie”.
“Questa nuova situazione di difficoltà che interessa un’azienda del territorio richiama tutta la comunità ad esercitare, laddove possibile, ogni forma di attenzione e solidarietà verso le persone coinvolte. Di fronte all’estendersi dei segnali di crisi ci rendiamo però conto che questo potrebbe non essere più sufficiente”, si legge in una nota diffusa dalla diocesi. Seguendo l’invito di Papa Francesco contenuto nel messaggio per la Quaresima 2020, “possiamo e dobbiamo spingerci anche oltre, considerando le dimensioni strutturali dell’economia… e contribuire a delineare un’economia più giusta e inclusiva di quella attuale”. Si tratta di “un obiettivo ambizioso ma non più rinviabile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy