Violenza su donne: Kaladich (Fidae), “si combatte anzitutto con l’educazione. Ricucire nuovo patto con famiglia, istituzioni, attori sociali”

“La violenza di genere si combatte prima di tutto mettendo in campo un’educazione, come quella che ci chiede Papa Francesco, che sia davvero in grado di cambiare il mondo”. Così la presidente nazionale Fidae, Virginia Kaladich, in una nota diffusa in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. “Oggi noi educatori abbiamo davanti una sfida ambiziosa, resa ancora più difficile dall’avvento della pandemia, quella cioè di ricucire un nuovo patto educativo, insieme alla famiglia, alle istituzioni e a tutti gli altri attori sociali, perché davvero venga rimessa al centro la persona. Solo così cresceremo un’umanità nuova, dove le differenze sono un arricchimento e dove le donne siano rispettate e valorizzate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy