Comunicazioni sociali: Rieti, sabato 21 al via il Festival della Comunicazione promosso dai Paolini

Prende il via sabato 21 maggio il Festival della Comunicazione promosso dai Paolini e dalle Paoline in collaborazione con la diocesi di Rieti. Il programma – disponibile sul sito chiesadirieti.it – è articolato su una serie di eventi di approfondimento del tema “Ascoltare con l’orecchio del cuore”, assegnato da papa Francesco alla Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali. Ad aprire il festival saranno la giornalista Rai Lucia Annunziata e il fondatore di Libera don Luigi Ciotti che parleranno di “Emergenze e differenze. “L’obiettivo del Festival – spiega il vescovo di Rieti, mons. Domenico Pompili – è facilitare l’attitudine all’ascolto in un tempo in cui l’ascolto è continuo, ma motivato per lo più dal marketing. Ascoltare, in realtà, è come respirare. Si tratta di una questione vitale perché dalle orecchie più che dagli occhi passa il mondo. Un ascolto attivo e consapevole è una questione che interessa tutti, senza distinzione di età, genere, classe sociale, perché senza ascolto non c’è comunicazione, senza ascolto non c’è relazione, senza ascolto non c’è sviluppo, senza ascolto non c’è vita, senza ascolto non c’è fede”. “Il Festival della Comunicazione ogni anno si svolge in una diversa diocesi italiana, con l’intento di coinvolgere in maniera attiva tutta la Chiesa e far emergere le tante valide risorse del territorio”, dicono i referenti paolini suor Cristina Beffa e don Giuseppe Lacerenza. A Rieti si cercherà di raggiungere lo scopo guardando alla natura della provincia senza trascurare il problema ecologico, sintonizzandosi sul tratto francescano della Valle Santa e guardando alle periferie: quelle fisiche del terremoto e quelle esistenziali. Sempre senza perdere di vista un presente che vede ormai tutti, quasi inconsapevolmente, sempre con un piede dentro e l’altro fuori dal web. Tra i tanti eventi in programma, mercoledì 25 la presentazione del libro “La Chiesa come un fiume inquinato. Risalire alla sorgente” di don Lorenzo Blasetti, alle 20.30 un evento per i 90 anni di “Famiglia Cristiana”, con Giovanni Grasso, portavoce del Presidente della Repubblica, e Paolo Ruffini, prefetto Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede. Giovedì 26 maggio alle 10, all’Auditorium Santa Scolastica si parlerà di “Post-verità e fake news” con la sociologa Chiara Giaccardi e il giornalista di Open David Puente; nel pomeriggio, sotto gli archi del Palazzo Papale, tavola rotonda e visita tattile per ipovedenti sul tema del presepe. Venerdì 27 ci si sposterà ad Amatrice per “Raccontare la distruzione e raccontare la ricostruzione” insieme al direttore del Tg di La7 Enrico Mentana e al Commissario alla Ricostruzione Giovanni Legnini. “Il verde e il blu: alberi, acque, cibo e vita”, è il tema della particolare mattinata all’aperto di sabato 28 maggio alla Riserva dei laghi Lungo e Ripasottile, insieme al fondatore di Slow Food Carlo Petrini, al neurobiologo vegetale Stefano Mancuso e al direttore di “Avvenire” Marco Tarquinio. La Messa della domenica per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali sarà trasmessa in diretta su Rai Uno da Cittaducale e presieduta dal vescovo Pompili.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy