Educazione: Savona, oggi pomeriggio un convegno internazionale sulla presenza delle “Scuole pie” in Liguria

Aperto dai saluti di Dante Mirenghi, presidente dell’associazione “A. Campanassa”, Sergio Pennone, presidente onorario dell’Associazione Amici degli Scolopi, Marco Russo, sindaco di Savona, Federico Delfino, rettore dell’Università di Genova, padre Celestino Springhetti, oggi pomeriggio nel Municipio di Savona è in corso un convegno internazionale sulla presenza delle “Scuole pie” in Liguria. L’iniziativa s’inserisce nell’ambito dell’“Anno calasanziano” che ha già visto nei mesi scorsi iniziative volte a far conoscere la figura di san Giuseppe Calasanzio a quattro secoli dal suo arrivo in città, nonché a ricordare l’importanza delle sue scuole nel tessuto locale dove sono rimaste aperte sino al 1971. Organizzato da diverse associazioni e sostenuto dalla fondazione “Agostino De Mari” insieme alla diocesi di Savona-Noli, la casa generalizia degli Scolopi, la Regione Liguria, il Comune di Savona, ed altri enti, l’appuntamento di oggi pomeriggio, nella Sala Rossa del Municipio, vedrà approfondire le attività dei discepoli del santo pedagogo che sulle sue orme hanno formato generazioni nel segno del primato dell’educazione integrale dei bambini e dei giovani, impegnati nel loro sviluppo umano e cristiano. Al convegno, introdotto e moderato da Marco Roncalli e Silvio Riolfo Marengo, interverranno docenti di diversi atenei italiani. Tra loro Simona Negruzzo dell’Università di Bologna con una relazione sull’insegnamento e l’educazione nell’età delle riforme; Paolo Calcagno dell’Università di Genova con un contributo sulla nascita degli istituti calasanziani fra ‘600 e ’700; Alberto Tanturri dell’Università Cattolica del Sacro Cuore con un intervento sulla proposta pedagogica scolopiana. Ma ci saranno anche padre Pedro Aguado, superiore generale degli Scolopi, che partendo dalla passione per l’educazione del fondatore farà la sintesi di secoli di impegno educativo; Alessandro Clavarino della direzione dell’Ufficio scolastico regionale con un altro contributo sulle presenze calasanziane nel savonese; infine Sergio Sereni, provinciale degli Scolopi, analizzerà l’identità del suo Ordine, oggi, tra fede e cultura, dialogo e solidarietà. Sabato alle 11, a conclusione dei lavori nell’oratorio N. S. di Castello, sarà celebrata una messa per i partecipanti al convegno, presieduta dal vescovo di Savona-Noli, mons. Calogero Marino.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy