Giorgio La Pira: Cassano all’Jonio, in preghiera per sua la beatificazione

Si prega per la beatificazione del venerabile Giorgio La Pira, nella cappella del Santissimo Sacramento, della basilica minore cattedrale, di Cassano all’Jonio. L’iniziativa è promossa dal Centro studi La Pira, della città delle terme. “Il suo costante impegno per la costruzione della pace – afferma Francesco Garofalo, presidente del locale centro studi Giorgio La Pira – danno la misura di come i capi di Stato e i rappresentanti della famiglia abramitica, hanno avuto la possibilità di confrontarsi con una figura alta e altra, che aveva tracciata la strada con i famosi incontri dei Colloqui mediterranei, che trovano oggi, la loro grande attualità nel prossimo appuntamento di Firenze, riproposti e sostenuti dal presidente della Conferenza episcopale italiana, cardinale Gualtiero Bassetti”. “Ricordo ancora – prosegue Garofalo – che La Pira era un consacrato, infatti faceva parte dell’Istituto dei missionari della regalità di Cristo e laico domenicano. È stata  una figura singolare nel panorama politico italiano, un uomo libero che agiva secondo la sua coscienza, senza preoccuparsi delle reazioni che provocava e disinteressato completamente alla carriera politica”.
“Il suo impegno per i bisognosi – ricorda il direttore del Centro studi – è racchiuso in quella profetica intuizione della ‘Messa del povero’, presso la chiesa di San Procolo, successivamente spostata alla Badia fiorentina, in cui viene fornita assistenza materiale e spirituale ai poveri. La nostra iniziativa, vuole essere un appello – conclude Garofalo – a quanti vogliono unirsi in preghiera, affinché si moltiplicano questi momenti, per far continuare a crescere la devozione verso di lui. A suoi funerali, c’erano gli operai della Pignone a portarlo a spalla, in lacrime, a testimonianza di come la sua santità fosse già ampiamente diffusa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy