Sud Sudan: Caritas italiana, dossier e webinar a 10 anni da indipendenza. Interverrà il vescovo di Rumbek mons. Carlassare

Dieci anni fa, il 9 luglio 2011, il Sudan si divideva e nasceva la Repubblica del Sudan del Sud. Un’indipendenza presto sfociata in cinque anni di guerra civile sino all’avvio di un processo di pace che nell’ultimo anno e mezzo ha fatto deboli passi avanti. La situazione umanitaria resta critica, con 8,3 milioni di persone in stato di bisogno; 1,4 milioni di bambini malnutriti; 1,62 milioni di sfollati e un significativo aumento di rifugiati e richiedenti asilo, pari a 2,3 milioni.  Povertà, insicurezza alimentare, cambiamento climatico, conflitti e violenze mai so¬pite del tutto, alimentano una crisi complessa e dimenticata e spingono sempre più persone alla fuga in cerca di sicurezza e protezione. Per approfondire la situazione Caritas italiana pubblica on line il dossier “Generazioni erranti. Un popolo ancora in fuga da fame e violenze”. Il Sud Sudan è il primo Paese africano per numero di profughi, quasi tutti accolti nei Paesi confinanti. Caritas italiana ha un impegno trentennale nella regione a sostegno delle fasce più vulnerabili e dei milioni di sfollati interni e rifugiati in altri Paesi, in appoggio alla Chiesa locale e in coordinamento con la rete internazionale Caritas. Dal 2016 ad oggi, l’impegno si è intensificato grazie ai fondi dell’8×1000 alla Chiesa cattolica. Attualmente e per i prossimi anni, l’impegno più importante è il sostegno al piano triennale di Caritas Sud Sudan nelle sette diocesi del Paese. L’obiettivo principale è di contribuire alla ricostruzione e al ripristino di condizioni di dignità di sfollati, comunità vulnerabili e dei profughi rientrati nel Paese. Un momento di approfondimento sul Sud Sudan si svolgerà online domani 9 luglio (ore 10-12.00). La seconda parte dell’incontro sarà dedicata alla recente crisi in Etiopia nella regione del Tigray, dove da più di sei mesi è in corso una guerra civile che ha provocato una crisi umanitaria con milioni di sfollati e persone bisognose di assistenza umanitaria. Nell’incontro sono previsti collegamenti con esponenti delle Chiese locali, tra cui mons. Christian Carlassare, missionario comboniano, vescovo eletto di Rumbek. Per partecipare registrarsi al seguente link: https://zoom.us/meeting/register/tJMsde2tqjItGNTctwYPyVCSTdM0R9Eq16i_

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy