Chiesa e salute mentale: il 4 dicembre il V convegno nazionale “Alla ricerca del tempo futuro” presso l’Università Lateranense

Si concluderà con la presentazione del “Manifesto per il benessere della salute mentale 2025” la quinta  edizione del convegno nazionale “Chiesa e salute mentale”, promosso sabato 4 dicembre a Roma, presso la Pontificia Università Lateranense, dal Tavolo sulla salute mentale costituito presso l’Ufficio nazionale per la pastorale della salute della Cei. Titolo dell’evento “Alla ricerca del tempo futuro”. Sullo sfondo la pandemia e l’incrinarsi della certezza nei protocolli sanitari, e della fiducia nella scienza e nella medicina. Uno scenario caratterizzato anche dalla distribuzione diseguale dei vaccini, più volte segnalata anche da Papa Francesco, “fino a poter pensare che si stia assistendo ad una ingiustizia sanitaria di carattere planetario; alcune malattie e percorsi di prevenzione sono stati trascurati, nell’urgenza dovuta alla diffusione di un virus sconosciuto ed inaspettato”, si legge nella nota di presentazione.
Di qui alcuni  interrogativi. “Quale spazio per la speranza? Quale possibilità di riuscita per i progetti vitali dei singoli e di interi popoli? La nostra salute ed il nostro benessere mentale reggeranno l’urto di queste fatiche simultanee? Alcune fasce di popolazione, nella loro intrinseca fragilità, quali risposte potrebbero trovare, sia sotto il profilo sanitario che ecclesiale e pastorale? Come si stanno ricodificando le nostre relazioni umane, professionali, affettive e spirituali?”. Obiettivo del convegno, offrire prospettive interpretative e chiavi, non solo per leggere il presente, ma per iniziare a progettare un futuro di superamento dell’emergenza Covid con proposte operative concrete.
Dopo i saluti del card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, di suor Alessandra Smerilli (invitata) e di mons. Roberto Maria Redaelli, il direttore dell’Ufficio Cei don Massimo Angelelli introdurrà i lavori. Tra i relatori Tonino Cantelmi, direttore sanitario Istituto don Guanella, Roma; Stefano Vicari, responsabile Neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza Ospedale pediatrico Bambino Gesù, Roma; Daniele La Barbera, professore ordinario di psichiatria (Università Palermo); Giuseppe Nicolò, direttore Dipartimento salute mentale e dipendenze patologiche Asl Roma 5; Alberto Siracusano, direttore Dipartimento benessere della salute mentale e neurologica (Università di Roma Tor Vergata) che a conclusione presenterà il Manifesto per il benessere della salute mentale 2025.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy