Parlamento Ue: plenaria “condanna fermamente l’atroce morte di George Floyd”. Stop a razzismo e violenze

Il Parlamento europeo “condanna fermamente l’atroce morte di George Floyd” negli Stati Uniti, nonché le uccisioni analoghe dovunque nel mondo. I deputati invitano il governo e le autorità degli Stati Uniti ad adottare misure risolute per affrontare il razzismo e le disuguaglianze strutturali nel Paese. La risoluzione è stata adottata ieri con voto a distanza nel corso della plenaria, con 493 voti favorevoli, 104 contrari e 67 astensioni. Gli eurodeputati condannano la repressione da parte della polizia statunitense di manifestanti pacifici e giornalisti e “deplorano vivamente” la minaccia del presidente degli Stati Uniti di dispiegare l’esercito, nonché la sua “retorica incendiaria”. Seppur deplorando i singoli episodi di violenza verificatisi, il Parlamento sostiene le recenti proteste di massa in tutto il mondo contro il razzismo e la discriminazione, e condanna il “suprematismo bianco in tutte le sue forme”. I deputati condannano altresì “gli episodi di saccheggio, incendio doloso, vandalismo e distruzione della proprietà pubblica e privata causati da alcuni manifestanti violenti” e chiedono allo stesso tempo che “l’uso sproporzionato della forza da parte delle autorità di contrasto e gli atteggiamenti razzisti da queste assunti” siano pubblicamente denunciati ogniqualvolta e ovunque si verifichino. La risoluzione specifica che “le istituzioni dell’Ue e gli Stati membri dovrebbero riconoscere ufficialmente le ingiustizie e i crimini contro l’umanità che in passato sono stati commessi nei confronti delle persone di colore e dei rom”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy