Diocesi: Trento, per la festa di San Vigilio l’accesso in cattedrale solo su prenotazione

Nella diocesi di Trento, in occasione del pontificale di San Vigilio, venerdì 26 giugno, così come per tutte le celebrazioni in epoca Covid, l’ingresso in cattedrale a Trento sarà consentito a un numero massimo di 190 fedeli, distanziati e con mascherina. “Considerato il tradizionale afflusso di persone per la solennità del patrono, allo scopo di evitare assembramenti e di dover impedire l’entrata ai fedeli per mancanza di posti disponibili, l’arcidiocesi e il capitolo della cattedrale hanno disposto, per questa circostanza, l’accesso in duomo solo su prenotazione”, avvisa una nota diffusa dalla diocesi.
Lo si potrà fare a partire da lunedì 22 giugno e nei giorni successivi telefonando alla segreteria di curia allo 0461/891.200 dalle ore 08.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30. Termine ultimo: giovedì 25 giugno ad ore 12.
La prenotazione è individuale, si possono però prenotare altri posti, ma solo per eventuali familiari.
Sarà peraltro possibile seguire la celebrazione eucaristica, presieduta dall’arcivescovo Lauro Tisi, in diretta televisiva su Telepace, Rttr e TrentinoTv.
Il giorno di san Vigilio l’accesso al duomo sarà consentito solo dal portone principale in via Verdi a partire dalle ore 9.15. All’ingresso sarà verificata l’effettiva prenotazione e il rispetto delle misure di sicurezza (mascherina, igienizzazione mani, collocazione nei posti indicati).
Al termine della celebrazione, i rappresentanti dell’Associazione panificatori distribuiranno il pane di San Vigilio ai fedeli nei loro posti in chiesa. Non vi sarà la tradizionale distribuzione in piazza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy