Ilaria Alpi e Miran Hrovatin: Fico, “ancora troppi gli interrogativi e le zone d’ombra, perseguire verità e giustizia con determinazione e senza esitazioni”

“Perseguire la verità e la giustizia, con determinazione e senza esitazioni. Solo in questo modo potremo rendere il doveroso omaggio a Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, due straordinari protagonisti del giornalismo di inchiesta della nostra epoca, che hanno fatto della ricerca costante della verità e della sua narrazione la loro missione sino al sacrificio della propria vita”. Così il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, in un post pubblicato su Facebook nel giorno in cui si ricordano i due giornalisti uccisi a Mogadiscio il 20 marzo del 1994.
“A distanza di ventisei anni non è stata ancora fatta giustizia sulla barbara uccisione della giornalista Rai Ilaria Alpi e dell’operatore Miran Hrovatin in Somalia”, osserva la terza carica dello Stato: “I vari processi, così come la Commissione parlamentare d’inchiesta che ha lavorato all’inizio degli anni 2000, non hanno infatti consentito l’identificazione dei colpevoli e dei mandanti. Restano ancora troppi gli interrogativi e le zone d’ombra; troppi i sospetti di depistaggi, errori, omissioni nelle indagini”. “Per questo – prosegue il presidente – la Camera dei deputati ha avviato da tempo le procedure di declassificazione di documenti formati ed acquisiti dalla Commissione d’inchiesta Ilaria Alpi”. “Continueremo a lavorare in questa direzione – assicura Fico – e mi impegno ad avviare una nuova procedura di interpello alle autorità competenti per la declassificazione di atti che riguardano questa tragica vicenda”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy