Coronavirus Covid-19: mons. Oliva (Locri), diocesi mette a disposizione delle autorità strutture di sua proprietà

Il vescovo di Locri-Gerace, mons. Francesco Oliva, ha indirizzato una nota alla presidente della giunta regionale calabrese, Jole Santelli, al prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani, e al direttore della Protezione civile, Domenico Pallaria, con la quale offre, attraverso la fondazione Opera di Religione, la disponibilità di una struttura di proprietà della diocesi per affrontare l’emergenza Covid-19. “Si tratta di un immobile che si trova nel Comune di Sant’Ilario dello Jonio – sottolinea la diocesi – che con pochi interventi, potrebbe essere adeguato alle stringenti necessità legate al reperimento di strutture per aree sanitarie temporanee o l’incremento di posti letto sanitari, di qualsiasi genere”. La diocesi fa sapere che la propria “disponibilità è estesa anche ad altri edifici di sua proprietà distribuiti nel territorio diocesano, se dovessero servire allo scopo di soccorrere le persone eventualmente colpite e di alleviare le sofferenze della nostra popolazione”. In questo modo “la Chiesa di Locri-Gerace intende rispondere, offrendo la propria collaborazione, con gli strumenti a disposizione, per risolvere questa gravissima fase emergenziale, confidando nel lavoro di tutte le istituzioni coinvolte, ai cui sforzi ci sentiamo vicini e partecipi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy