Coronavirus Covid-19: Unicef Italia, otto consigli per parlarne con i bambini

“Con tante informazioni che ascoltiamo ogni giorno è comprensibile che i nostri figli si sentano in ansia. I bambini potrebbero avere difficoltà a capire quello che vedono online o in tv – o che sentono da altre persone – e quindi possono essere particolarmente vulnerabili a sviluppare una sensazione di ansia, stress e tristezza”. Lo ha dichiarato Francesco Samengo, presidente dell’Unicef Italia, che fornisce un breve vademecum con suggerimenti su come parlare ai bambini del Coronavirus. “È importante mantenere un dialogo aperto e di supporto con i nostri figli – aggiunge -: questo può aiutarli a comprendere meglio, ad affrontare la situazione nel modo migliore possibile ed anche ad apportare un contributo positivo per gli altri”. Il primo degli otto punti è “fare domande esplicite ed ascoltare”: “Inizia incoraggiando tuo figlio a parlare della questione. Cerca di capire di quanto è già a conoscenza e fatti guidare”. Poi, l’invito a “essere sinceri: spiegare la verità secondo modalità a misura di bambino”. E, quindi, “insegnare loro come proteggere se stessi e i loro amici”. Tra gli altri suggerimenti, “offrire rassicurazione; assicurarsi che non siano oggetto di stigmatizzazione o che non la provochino; cercare aiuto; prendersi cura di sé; chiudere le conversazioni con cura”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy