Fratelli tutti: mons. Álvarez (vescovi colombiani), “la accogliamo con gioia e speranza, è riflesso fedele di quanto accade nel nostro Paese”

Ieri, durante la celebrazione eucaristica istituzionale della Conferenza episcopale colombiana (Cec), il segretario generale, mons. Elkin Fernando Álvarez Botero, vescovo ausiliare di Medellín, ha espresso la sua gioia e speranza davanti alla nuova enciclica di Papa Francesco, “Fratelli tutti”. “La Chiesa colombiana – ha detto – accoglie con gioia e speranza questa nuova enciclica, che è un riflesso fedele di ciò che viviamo oggi in Colombia”. Questo messaggio “è un percorso che viene proposto a ciascuno di noi, per superare le situazioni problematiche con spirito di fede”, ha affermato.
Per il vescovo, questo documento è un invito a rendere efficace l’appello di “andare insieme sulla stessa barca, ma con la necessità di capirsi, di perdonarsi, di lavorare davvero insieme”. E ha aggiunto che si tratta di una proposta del Vangelo per il mondo, sempre più diviso per ragioni economiche, politiche, sociali e altro.
Infine, ha invitato ciascuno dei collaboratori della Cec, famiglie, amici e comunità ecclesiali a dedicare uno spazio alla lettura dell’enciclica, ad applicarla nella loro vita e, così, a diventare veri artigiani di pace e riconciliazione a livello personale e comunitario. “La chiamata è vivere la fraternità nella nostra vita interiore”, ha concluso.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy