Ucraina: Shevchuk, “ucciso il sindaco di Hostomel, Yuriy Prylypko, mentre distribuiva cibo e medicinali”

“Oggi l’Ucraina resiste. L’Ucraina sta lottando”. È quanto afferma oggi Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, capo della Chiesa greco-cattolica ucraina. Nel video messaggio che ogni giorno registra e diffonde da Kiev, l’arcivescovo maggiore di Kiev ha dato la notizia che ieri il sindaco di Hostomel, Yuriy Prylypko, è stato ucciso proprio mentre distribuiva cibo e medicinali ai bisognosi. Purtroppo è stato anche ferito il sindaco di Bucha, Vadym Denysenko, che “ha svolto coraggiosamente i suoi compiti”. “Il mio cuore si stringe soprattutto per la mia arcidiocesi di Kiev”, prosegue Shevchuk. “Nella periferia di Kyiv sono in corso feroci combattimenti. In un immenso e terribile campo di battaglia si sono trasformate tre città, situate a poche decine di chilometri dal centro di Kyiv: Irpin, Gostomel e Bucha”. Nel messaggio di oggi, l’arcivescovo maggiore torna a chiedere l’apertura di corridoi umanitari. “Purtroppo tutti i discorsi sui corridoi verdi per poter evacuare le persone dalle città, che soffrono di più a cosa dell’assedio e dei bombardamenti, non si sono avverati. Oggi chiediamo alla comunità mondiale: ‘Chiudete il cielo sopra l’Ucraina!’. Perché sono proprio i missili da crociera russi ad uccidere oggi la maggior parte dei civili nelle nostre terre”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy