Giornata mondiale malato: Policlinico Gemelli, al via domani un itinerario di preghiera

Un itinerario di preghiera che inizierà domenica 6 febbraio nella Giornata nazionale per la vita con la messa presieduta da mons. Claudio Giuliodori assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica; mercoledì 9 febbraio la messa celebrata da mons. Paolo Ricciardi, vescovo ausiliare delegato per la Pastorale sanitaria della diocesi di Roma, e venerdì 11 febbraio la celebrazione presieduta da mons. Paolo Selvadagi, vescovo ausiliare della diocesi di Roma per il settore Ovest. Sono questi gli appuntamenti in programma presso il Policlinico Universitario Irccs A. Gemelli, promossi da promosso dal Centro pastorale dell’Università Cattolica e dalla Cappellania ospedaliera, per celebrare la Giornata mondiale del malato, istituita trent’anni fa da san Giovanni Paolo II. Diverse anche le iniziative realizzate, fanno sapere dal Gemelli, “quale segno di attenzione verso i malati e verso quanti se ne prendono cura, tra queste, arredare con delle opere d’arte gli ambienti della radioterapia del Gemelli”. È recente l’installazione dell’opera dell’artista sloveno Marko Ivan Rupnik nel reparto di Radioterapia “Art for Art”, con la benedizione del card. Angelo De Donatis, vicario del Papa per la diocesi di Roma, insieme a mons. Giuliodori. “La celebrazione ravvicinata delle due Giornate dedicate alla difesa della vita e alla cura dei malati, costituisce uno dei momenti più importanti per la Comunità Universitaria e la Fondazione Policlinico Gemelli. L’invito del Santo Padre a fare degli ospedali luoghi di autentica manifestazione della Misericordia di Dio perché siano concretamente delle ‘Locande del Buon Samaritano’ – ricorda mons. Giuliodori – impegna ancora di più la nostra istituzione accademica e sanitaria ad essere in prima linea nel dare risposte efficaci, come per altro ha già fatto e sta continuando a fare rispetto alle urgenze determinate dalla pandemia. Un impegno che si esprime inoltre ai più alti livelli anche attraverso l’incessante attività di assistenza, di ricerca e di formazione che fa del campus romano dell’Università Cattolica del Sacro Cuore uno dei presidi accademici in ambito medico più importanti a livello nazionale e internazionale”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy