Pace: Acs, il 18 ottobre l’evento “Un milione di bambini recita il rosario”

Torna come ogni anno l’iniziativa “Un milione di bambini recita il rosario”, organizzata dalla Fondazione Pontificia Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs) e prevista per il prossimo 18 ottobre. L’obiettivo della campagna di preghiera, rivolta a parrocchie, asili, scuole e famiglie, spiega Acs in una nota, è “implorare i doni della pace e dell’unità, incoraggiando i bambini a confidare in Dio di fronte alle difficoltà”. Per questo motivo il poster dell’iniziativa di quest’anno raffigura due mani aperte che avvolgono il globo e lo sostengono, insieme a bambini di tutti i continenti. “Queste mani simboleggiano il Padre divino, che ha creato il mondo con amore e vuole salvare tutti gli uomini” afferma Acs. “Vedendo intorno a noi così tante guerre e malvagità, persecuzioni, malattie e paure che pesano sul nostro mondo, la gente potrebbe chiedersi: ‘È davvero Dio che comanda?’. Sì, è lui, ma dobbiamo anche cercare le sue mani tese verso di noi e aggrapparci a lui – commenta il presidente internazionale di Acs, card. Mauro Piacenza -. Dio ci ha raggiunto, attraverso Maria. Crediamo che, se preghiamo fedelmente il Rosario insieme, la santa Madre di Dio ci condurrà tutti come una grande famiglia tra le braccia amorevoli del nostro Padre celeste”. Alla luce della situazione di guerra, violenza e grave povertà che regna in Paesi come l’Ucraina, la Nigeria, il Myanmar o il Pakistan, così come in Medio Oriente e nelle regioni africane del Sahel, Acs “vuole affidare in modo speciale alle mani potenti e amorevoli del Padre divino e all’intercessione della Madre di Dio tutti quei luoghi in cui le persone non possono vivere in pace. “Alcune delle reazioni più positive che riceviamo provengono proprio da regioni in cui la pace è fortemente necessaria. Sapere che ci sono bambini provenienti dall’Iraq, dalla Siria, dalla Bielorussia o dal Myanmar che pregano con quelli che si sono riuniti a Fatima, in Portogallo, in Canada o negli Stati Uniti, è particolarmente commovente e ci fa sperare che l’amore che nasce dalla fede possa trionfare sulla violenza”, dichiara padre Martin M. Barta, assistente ecclesiastico internazionale di Acs. Il sito di Acs Italia contiene materiale adatto alla stampa e scaricabile gratuitamente da parrocchie, scuole, gruppi di bambini o famiglie. Il kit contiene istruzioni su come recitare il rosario, riflessioni per bambini sui misteri e una consacrazione alla Madre di Dio. L’iniziativa ha origine nel 2005, quando un gruppo di bambini stava recitando il rosario di fronte a un’edicola mariana della capitale venezuelana Caracas. Alcuni dei presenti ricordarono le parole di Padre Pio: “Quando un milione di bambini pregherà il rosario, il mondo cambierà”. La campagna si è rapidamente diffusa in tutto il mondo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy