Famiglie: Uecoop, “il Covid causa taglio a spese per la salute”

“Con il rinvio di esami medici, interventi e visite specialistiche per colpa dell’emergenza Covid la spesa degli italiani per la salute e i servizi sanitari è crollata dell’8,6% in un anno”. Lo riferisce l’Unione europea delle cooperative (Uecoop) in base a un’analisi sugli ultimi dati Istat relativi alle spese delle famiglie nel 2020. “Una situazione che si intreccia con la crisi economica generata dalla pandemia visto che se la spesa media per i servizi sanitari è di 108,10 euro al mese, quella degli operai non raggiunge gli 84 euro e quello dei disoccupati supera appena i 62 euro – evidenzia Uecoop – con le grandi aree metropolitane che con 115 euro medi si confermano le più dotate di servizi contro i 104,76 euro al mese di chi vive nei piccoli centri o nei comuni fino a 50mila abitanti”.
Le limitazioni anti contagio e la situazione di emergenza in cui si è trovato il sistema sanitario nazionale nei mesi più duri della pandemia – sottolinea Uecoop – “hanno pesato sui comportamenti delle famiglie e sui programmi di prevenzione e cura”. I network parentali sono considerati da Uecoop fra i più importanti per sostenere le situazioni di difficoltà di chi deve affrontare patologie più o meno gravi per le quali l’aspetto psicologico è parte integrante della terapia riabilitativa insieme alla collaborazione degli oltre 350mila operatori di cooperative sociali e di assistenza che seguono milioni di famiglie affiancando il lavoro dei servizi pubblici.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy