Assegno unico: Anelli (rettore), “sostegno a famiglia tema decisivo”. Occhino (preside Economia), “misura di inclusione, investimento e innovazione”

“La politica demografica è un tema decisivo e delicato: implica fare scelte, decidere, indirizzare e governare le generazioni. Purtroppo, negli ultimi decenni sono stati assenti strumenti efficaci e strutturali a sostegno della famiglia e della maternità e non sono stati completati interventi per favorire percorsi di carriera per le donne, né realizzati servizi pubblici che permettano di accedere alla genitorialità. Le risorse oggi disponibili potranno essere impiegate in modo molto efficace in politiche di incentivazione e sostegno della famiglia, dei figli e dei percorsi di carriera delle donne, permettendo loro di coltivare le proprie legittime ambizioni professionali”. Lo ha detto, dopo avere ringraziato la ministra Elena Bonetti per la sua presenza, il rettore dell’Università Cattolica Franco Anelli, questa mattina nel suo intervento in apertura del webinar “Assegno unico, famiglia e Pnrr”, promosso dalla Facoltà di Economia–Sede di Roma dell’Ateneo, sulle misure di sostegno approvate dal Consiglio dei ministri del 4 giugno e in vigore da oggi.
“Una misura di inclusione, investimento e innovazione: è questo l’assegno unico che si è subito distinto nell’attualità di questi giorni come misura che si colloca in un momento storico decisivo per le politiche dello sviluppo – ha spiegato Antonella Occhino, preside della Facoltà di Economia dell’Università Cattolica, introducendo il webinar –. La famiglia è cellula di valori e della società, la scienza economica è fondata sui valori, in primis quello della solidarietà. L’impulso redistributivo delle risorse rende certamente giustizia e permette alle persone di crescere e svilupparsi, fin dai primi anni di vita, per inserirsi a pieno titolo nella società civile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy