Naufragio nel Mediterraneo: Lamorgese (min. Interno), “da autorità italiane massima e responsabile collaborazione nei soccorsi”

“Il comportamento delle nostre autorità è costantemente improntato alla massima e responsabile collaborazione ai sensi della Convenzione di Amburgo. Sono molteplici in questo senso gli interventi di soccorso dispiegati in alcuni casi anche immediatamente fuori dalle nostre acque Sar allorché viene segnalata la condizione di estremo pericolo in cui versano le imbarcazioni dei migranti”. Lo ha affermato il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, rispondendo durante il Question time nell’aula di Montecitorio ad una interrogazione sulla recente tragica vicenda del naufragio di un’imbarcazione di migranti nel Mediterraneo.
Il ministro ha anche auspicato un “rafforzamento di Frontex con l’implementazione delle sue capacità operative, obiettivo che il Governo persegue costantemente in sede europea”. Lamorgese ha anche ribadito l’importanza di “iniziative di cooperazione con i Paesi di origine e transito dei flussi migratori” e l’esigenza di un maggior coordinamento dei diversi attori anche internazionali volto ad evitare il verificarsi di tragici episodi di naufragio con perdite di vite umane, come quello che purtroppo è avvenuto”.
Nel corso dell’incontro a Tripoli di qualche giorno fa con le autorità libiche, la titolare del Viminale ha sottolineato come “punto di fondamentale importanza” sia “il rispetto dei diritti umani dei migranti e dei rifugiati”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy