Giornata vocazioni: mons. Bertolone (Catanzaro-Squillace), “preghiamo per le vocazioni, sognando con San Giuseppe”

“Preghiamo per le vocazioni, sognando con San Giuseppe”. Si intitola così la lettera di mons. Vincenzo Bertolone, arcivescovo di Catanzaro-Squillace, diffusa oggi in occasione della Giornata delle vocazioni che si celebra il prossimo 25 aprile. “Nel corso di quest’anno speciale in onore di san Giuseppe, ci viene proposto di pregare sognando o anche di sognare pregando, rimeditando in particolare tre parole, legate alla vicenda di Giuseppe di Nazaret, sposo di Maria e padre putativo di Gesù: sognare; servire: esser fedeli”, ha scritto il presule. Riflettendo sui seminaristi catanzaresi, mons. Bertolone ha considerato “quanto sarebbe bello se li rendessimo la nostra stessa casa da accudire”. “Sono convinto – ha detto – che ogni vocazione al ministero ordinato è un frutto del nostro amore per la Chiesa, che è tutta affidata alle nostre cure, non solo per il presente, ma anche per il futuro”. Per l’arcivescovo “la Chiesa che senza Pastori non ha futuro, vive di due grandi doni: l’Eucaristia e il Pastore che ogni giorno le offre la vita per la sua santificazione e perché possa crescere di numero: questi due doni nutrono e fanno crescere la Chiesa. Oltre a operare, per tutto questo occorre pregare intensamente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy