Cammino sinodale: Tivoli e Palestrina, il vescovo Parmeggiani scrive una Lettera a sindaci e rappresentanti Istituzioni e associazioni per “l’ascolto di tutti”

Al termine della messa nella solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, nel 365° anniversario del voto che la cittadinanza di Tivoli fece a Maria Immacolata per la salvezza della peste, ieri il vescovo di Tivoli e di Palestrina, mons. Mauro Parmeggiani, ha dato ufficialmente inizio alla consegna di una sua Lettera indirizzata ai sindaci del territorio, ai rappresentanti delle Istituzioni civili e militari, ai presidenti di associazioni, Pro loco, centri per anziani, gruppi di Protezione civile, Misericordie, Croce rossa, volontariato, complessi bandistici, società sportive e a tutti gli uomini e donne di buona volontà del territorio della diocesi di Tivoli e di Palestrina, consegnandola al sindaco di Tivoli, Giuseppe Proietti e alle altre autorità cittadine presenti alla celebrazione.
“Vengo a voi per porvi qualche domanda, grato se mi vorrete rispondere entro e non oltre il 15 marzo 2022. Ascoltare la vostra voce per me, per i miei confratelli vescovi, per i sacerdoti e per i cristiani delle nostre parrocchie sarà importante per essere sempre più e meglio all’altezza del compito affidatoci da Gesù di annunciare la gioia del Vangelo al nostro mondo, quel mondo che voi conoscete bene e nel quale, ognuno, per quanto gli compete, è chiamato ad apportare un contributo specifico ma che ha anche inevitabili ricadute sulla vita altrui”, spiega il presule, nella Lettera, garantendo l’anonimato. “Come appare ai vostri occhi la Chiesa? Che cosa secondo voi impedisce alla Chiesa di far conoscere Cristo? Cosa vi aspettate dalla Chiesa? Cosa deve fare con urgenza nel momento storico in cui viviamo?”: sono tra le domande poste da mons. Parmeggiani.
La Lettera sarà consegnata ufficialmente anche al sindaco di Palestrina, Mario Moretti, e alle altre autorità della Città prenestina giovedì 16 dicembre, in occasione della celebrazione per l’anniversario della dedicazione della cattedrale di Palestrina.
Nel frattempo, la Lettera del vescovo, che desidera “ascoltare la voce di tutti”, sarà inviata a tutti i destinatari con i mezzi postali e telematici ma soprattutto tramite i Referenti parrocchiali e diocesani per il Cammino Sinodale che si troveranno insieme con il Vescovo ed i Referenti diocesani per il Sinodo: Prof.sa Lucina Ciamei e Don Gianluca Zelli, sabato 11 dicembre 2021, alle ore 9,30, presso il Santuario di N.S.di Fatima in San Vittorino Romano per mettere a punto le varie fasi dell’ascolto, già entrato nel vivo. L’obiettivo è che “tutti si sentano Chiesa sinodale dove per il comune senso della fede del popolo di Dio tutti hanno diritto di parola e di vivere in spirito di vera comunione e partecipazione per la missione in questa “epoca cambiata”.
Alla Lettera chi vorrà potrà rispondere direttamente al Vescovo che per tale motivo a tutti ha messo a disposizione la sua e-mail personale: mauro.parmeggiani@tivoli.chiesacattolica.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy