Lesbo: arcivescovo ortodosso di Atene Hieronymus, “Ue intervenga. Chiesa sarà sempre al fianco di ogni essere umano povero, perseguitato, debole”

(Foto: ANSA/SIR)

“La nostra Chiesa sarà sempre al fianco di ogni essere umano povero, perseguitato, debole, di ogni rifugiato, contro ogni discriminazione. Con i fatti e non con le parole. In pratica e non in teoria. Per la cura del dolore e la guarigione delle ferite di ogni essere umano. Perché questa è la missione della Chiesa. Questo è ciò che dice l’insegnamento della Chiesa. Perché Cristo è stato il primo rifugiato”. Inizia così un lungo comunicato di denuncia per le condizioni disumane dei rifugiati a Lesbo, firmato dall’arcivescovo ortodosso di Atene e di tutta la Grecia Hieronymus, che insieme a Papa Francesco e al patriarca ecumenico Bartolomeo I nel 2016 visitò l’isola per portare ai migranti la solidarietà delle Chiese cristiane. Proprio per questo – aggiunge l’arcivescovo – la Chiesa “ha il diritto e l’obbligo non solo di deplorare profondamente gli eventi di Moria, ma anche di essere molto preoccupata per ciò che questa tragica situazione nasconde per la nostra integrità nazionale e per una vita pacifica nella nostra patria”. In una dichiarazione pubblicata integralmente dall’agenzia di stampa Ana-mpa e ripresa dal sito di informazione ortodossa orthodoxtimes.com, l’arcivescovo ha alzato ieri la sua voce di protesta, parlando di un “piano fraudolento di strumentalizzazione e sfruttamento inammissibile, immorale e disumano di rifugiati e immigrati disperati” e delle ripercussioni che questa gestione assurda sta avendo “sulla nostra sicurezza nazionale”, soprattutto nelle zone di confine e in un momento in cui sta aumentando “la tensione nell’Egeo”. “È ora giunto il momento che l’Unione europea si assuma le proprie responsabilità e contribuisca efficacemente alla conservazione e alla protezione dei suoi confini orientali, sempre nel rispetto del valore e della dignità di ogni essere umano. La nostra Chiesa è, come sempre, al fianco dello Stato greco competente e responsabile e mette a disposizione i suoi servizi e le sue organizzazioni per tutto ciò che è richiesto”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy