Diocesi: Acireale, domani pomeriggio il pellegrinaggio-mandato dei catechisti

“Sarà importante riprendere il cammino. Lo faremo in sicurezza, ma si deve riprenderlo, perché il kerygma va annunciato, specie in questo tempo in cui è necessario che la vita umana venga riletta alla luce della fede”. Sebbene, come spiega don Carmelo Sciuto, responsabile dell’Ufficio catechistico della diocesi di Acireale, “la catechesi in presenza dovrebbe ripartire a fine ottobre, dopo aver celebrato, in questi due mesi, i sacramenti dell’iniziazione cristiana”, i catechisti della diocesi si ritroveranno già domani pomeriggio per ricevere il mandato.
Come da tradizione, la catechesi parrocchiale ripartirà con il pellegrinaggio dei catechisti che quest’anno raggiungeranno il Santuario Maria Ss. della Catena, ad Acicatena. A causa delle restrizioni dovute al Covid potranno partecipare solo due delegati per ogni parrocchia.
Un momento fortemente simbolico, che vuole segnare il passo: “In questi mesi l’ufficio catechistico diocesano, in sintonia con quello regionale e nazionale, ha fornito ai catechisti indicazioni per non interrompere del tutto il percorso catechistico delle parrocchie. Ora – spiega ancora don Sciuto, – si pensa ad una ripartenza concreta secondo le indicazioni fornite dalla Cei. Spazi, tempi e regole saranno, infatti, dettate dai documenti pubblicati all’inizio della settimana dall’Ufficio catechistico nazionale”.
A conferire il mandato, al termine del pellegrinaggio, sarà il vescovo mons. Antonino Raspanti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy