Pasqua 2020: Garofalo (Centro studi La Pira), “invito al coraggio della comunione”

“Dalla Pasqua, un invito al coraggio della comunione”. Lo afferma in una nota, Francesco Garofalo, presidente del Centro Studi “Giorgio La Pira” di Cassano all’Jonio, secondo cui “tutti i problemi che oggi ci agitano: la sofferenza, la povertà, la crisi, l’accoglienza, sono banchi di prova della nostra fede nel Risorto, perché ci obbligano a metterci in discussione”. “Con una buona coscienza – evidenzia –, come nostra sola sicura ricompensa, con la storia come giudice finale delle nostre azioni, andiamo avanti e guardiamo al futuro con lo sguardo rivolto alla Croce, chiedendo la Sua benedizione ed il Suo aiuto, ma sapendo che qui, su questa terra, il lavoro di Dio deve essere il nostro lavoro, dando il meglio di noi stessi in questo difficile momento che stiamo vivendo”.
Nella sua riflessione Garofalo ribadisce che “l’energia, la fede, la devozione che portiamo per questo sforzo illuminerà le nostre città, e il bagliore di quel fuoco potrà davvero accendere il mondo”. “Davvero – conclude Garofalo –, la Risurrezione inaugura una ‘umanità nuova’, garantisce ‘un avvenire possibile’ agli uomini e agli avvenimenti, ribaltando la pietra dell’indifferenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy