Coronavirus Covid-19: Sorrento-Castellammare di Stabia, mons. Alfano crea un Fondo di solidarietà e chiede ai sacerdoti di partecipare

Un fondo di solidarietà creato dall’arcivescovo di Sorrento-Castellammare di Stabia, mons. Francesco Alfano, in favore dei più bisognosi. È questo il messaggio giunto ieri sera, attraverso una lettera, ai sacerdoti di tutta l’arcidiocesi, ai quali viene chiesto di collaborare insieme attraverso un gesto di carità cristiana.
“Stiamo condividendo le preoccupazioni e i timori di tante famiglie che si sono trovate all’improvviso ad affrontare una crisi imprevista e devastante, vi ringrazio perciò con tutto il cuore per l’impegno di grande decisione che state offrendo: è la testimonianza più concreta e consolante di quanto ci siamo impegnati a vivere, condividendo la gioia del Vangelo nella compagnia degli uomini”, scrive il presule.
È questo “un momento altamente significativo per la Chiesa in cammino e va vissuto pienamente, nonostante le restrizioni che ci costringono chiusi in casa”. Per tal ragione l’arcivescovo ha chiesto ai suoi sacerdoti, che definisce al contempo “amici” e “servi di Dio”, un “segno visibile e corale”, affinché questo tempo, non passi inosservato: “Ciascuno dei presbiteri è invitato a partecipare con una offerta personale in denaro per alimentare il Fondo di solidarietà creato appositamente per far fronte alle difficoltà del momento e che sarà completamente destinato alle necessità più impellenti del nostro territorio”, sottolinea mons. Alfano.
“La nostra generosità, unita a quella di tanti uomini e donne che ci stanno edificando con gesti sorprendenti di grande altruismo e prossimità, sarà il regalo più bello che riceveremo dalle mani stesse del Maestro: è Lui infatti che ci ha dato l’esempio, perché anche noi possiamo seguirlo”, conclude l’arcivescovo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy