Sanità: Genova, all’ospedale pediatrico Gaslini inaugurati questa mattina il quinto e sesto murales

Sono stati inaugurati questa mattina il quinto e sesto murales nell’ambito del “Gaslini Art Project”. Entrambe le opere realizzate presso l’ospedale pediatrico genovese seguono il tema centrale del sogno: Nadège Dauvergne, infatti, intitola il suo murales “Dans les Nuages”, mentre Tim Zdey “Il pagliaccio e il suo pubblico celeste”. Il progetto “Gaslini Art Project” è reso possibile da sponsor privati, che di volta in volta vengono trovati, senza nulla togliere alla consueta raccolta fondi per esigenze clinico-scientifiche. “Le opere artistiche che di volta in volta stanno cambiando l’aspetto esteriore degli spazi architettonici, trasformati in gigantesche tavolozze, arricchiscono il nostro storico Istituto”, ha affermato per l’occasione Renato Botti, direttore generale del Gaslini. “L’umanizzazione delle cure a livello pediatrico – ha proseguito – passa anche attraverso l’educazione dei bambini all’arte e al senso del bello. Nell’arco di cinque mesi abbiamo già inaugurato 6 opere che stanno portando luce, bellezza e stupore ai nostri ospiti, piccoli e grandi: l’ospedale, si trasforma anche nella sua forma estetica, grazie ad una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto, in una libera connessione tra arte e urbanizzazione”. “Il mio affresco si offre come una fuga momentanea”, spiega Nadège Dauvergne. “Silvio il clown gigante fa il suo spettacolo a tutte le ore, alle nuvole di giorno, alle stelle di notte, e sempre agli occhietti che appaiono alle finestre”, ha commentato invece lo street artist Tim Zdey. Questa seconda opera e il relativo percorso educativo di coinvolgimento dei piccoli degenti sono stati realizzati grazie al contributo di Gino Spa, Pratonevoso Spa, Boero, Oasih, Delp Italia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy