Guerra in Ucraina: battuta all’asta per 103,5 milioni di dollari la medaglia del Nobel Dmitry Muratov. Il ricavato per i bambini profughi

È stata battuta all’asta per 103,5 milioni di dollari la medaglia del premio Nobel che Dmitry Muratov aveva ricevuto nell’ottobre 2021, insieme alla giornalista Maria Ressa. Prima che a New York, presso la casa Heritage, iniziasse l’asta, Muratov ha ricordato i rifugiati, di cui si è celebrato la giornata internazionale il 20 giugno, e in particolare “gli oltre 6 milioni di rifugiati ucraini, 90% donne e bambini, 40% bambini. Due terzi dei bambini ucraini sono costretti a lasciare le loro case. Una cosa così non è mai successa prima”, ha continuato il giornalista. “Più di 5,2 milioni di bambini aspettano un aiuto urgente, hanno perso il loro passato, il loro passato è stato ucciso e ora cercano di trovare un futuro”. Muratov ha parlato del senso di impotenza e della domanda circolata tra i giornalisti di Novaya Gazeta, su che cosa fare perché il futuro di questi bambini non sia distrutto. Di qui la decisione “di dare la nostra nobile medaglia, interamente, per solidarietà”. I soldi, ha spiegato Muratov, andranno all’Unicef, che li distribuirà nei Paesi in cui ci sono bambini rifugiati ucraini. Nell’elenco dei Paesi Muratov ha citato anche la Russia. “Se i soldi saranno davvero tanti, Unicef ha detto che li userà anche in alcuni Paesi dell’Africa”.
Muratov ha auspicato che questo “serva come esempio per altri, per mettere all’asta le loro cose di valore per aiutare i rifugiati ucraini nel mondo”. Ha poi riferito la preghiera di un bambino di Mariupol: “Dio, aiutami a caricare il mio telefono per chiamare la mamma”, e ha concluso: “Non vedrò più la medaglia, ma mi piacerebbe vedere il futuro delle persone che ne beneficeranno”. La casa d’asta Heritage ha fatto sapere in una nota che Olav Njølstad, direttore del Norwegian Nobel Institute, ha inviato una lettera di sostegno per “questo generoso atto umanitario” che è molto “nello spirito di Alfred Nobel”. Maria Ressa, la giornalista che ha ricevuto il Nobel con Muratov, ha dato il consenso. L’asta è stata trasmessa in diretta sul canale YouTube di Novaya Gazeta Europe, costola occidentale del giornale che Muratov dirigeva a Mosca.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy