Diocesi: Cerignola, ordinato vescovo ieri mons. Ciollaro. Farà il suo ingresso il 29 giugno

(Foto: diocesi di Cerignola-Ascoli-Satriano)

Nominato da Papa Francesco lo scorso 2 aprile nuovo pastore della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, ieri – nel giorno del trentaseiesimo anniversario di ordinazione presbiterale – nella basilica di Santa Maria della Vittoria a San Vito dei Normanni (Br), mons. Fabio Ciollaro è stato ordinato vescovo. Alla presenza di numerosi membri dell’episcopato italiano, è stato mons. Domenico Caliandro, arcivescovo di Brindisi-Ostuni, a presiedere il rito di ordinazione, affiancato da mons. Francesco Gioia, arcivescovo emerito di Camerino-San Severino Marche, originario della cittadina brindisina, e da mons. Luigi Renna, predecessore del vescovo Ciollaro sulla cattedra episcopale di Cerignola, oggi arcivescovo di Catania. La celebrazione è stata trasmessa in diretta sulle frequenze di Tele Dehon.
Tre gli aspetti sottolineati ieri, durante l’omelia, dall’arcivescovo Caliandro: “Il Vangelo, che costituisce lo spazio e la tenda del vescovo, uomo che risponde alla volontà di Dio; il cuore del vescovo, che rappresenta la casa dei fedeli e la fonte della comunione presbiterale; l’Eucaristia, il segreto della nostra gioia, l’origine delle scelte compiute dal vescovo”.
Al termine della celebrazione è stato mons. Ciollaro a dare voce al canto del Te Deum – “Guida e proteggi i tuoi figli, o Signore” – per esprimere “gratitudine” a Papa Francesco, all’arcivescovo Caliandro, ai due concelebranti, mons. Gioia e mons. Renna, senza dimenticare, con i presuli presenti, l’arcivescovo Rocco Talucci, emerito della Chiesa di Brindisi-Ostuni, e mons. Settimio Todisco, che nella basilica di Santa Maria della Vittoria, il 14 giugno 1986, ordinò presbitero il nuovo vescovo. Affettuoso il ricordo dei genitori – Mario e Nuccia Giannotti – nella riflessione del vescovo Ciollaro, un saluto alle autorità civili e militari presenti al sacro rito, nonché un riferimento a “quanti ho incontrato durante il mio ministero presbiterale: gli studenti, molti dei quali oggi sacerdoti; le comunità parrocchiali guidate; i fedeli dei numerosi paesi, da Locorotondo a Leverano”. Né è mancato il saluto “ai fedeli della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano”, presenti alla celebrazione, ai quali il vescovo ha indirizzato la sua esortazione finale: “Guida loro, o Signore, e guida me. So che già mi attendono. A loro dedicherò tutto me stesso”.
Il vescovo Ciollaro compirà l’ingresso nella diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano il prossimo 29 giugno, durante la celebrazione eucaristica che avrà inizio alle ore 19 nella basilica cattedrale di San Pietro Apostolo a Cerignola e che sarà trasmessa in diretta sulle frequenze di Tele Dehon (Puglia e Basilicata: canale 19; Calabria: canale 86; Campania: canale 186).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy