Turismo sostenibile: Cai Amatrice, da domani “Passi di salute”, a passo lento tra i tesori del territorio

Prende il via domani, 9 giugno, “Passi di salute”, la nuova attività del Cai Amatrice che propone, ogni mercoledì, facili escursioni per scoprire, camminando a passo lento, i tesori del territorio amatriciano ricco di storia, cultura e natura. “Attività offerta soprattutto agli abitanti di Amatrice – riferisce andareoltre.org, il sito promosso dalla diocesi di Rieti per raccontare la ricostruzione post-sisma 2016 – che in questo modo potranno riappropriarsi della propria terra. Si andrà alla scoperta di sentieri ricchi sia dal punto di vista naturalistico che storico, dove la storia della natura è intimamente legata a quella dell’uomo che ha lasciato segni, seppur sbiaditi dal tempo, ancora facilmente riconoscibili e degni di essere ricordati dall’uomo moderno”. L’escursione di domani si svolgerà lungo il sentiero che da Colle D’Arquata giunge fino a Poggio D’Api. Durante questo cammino si vedranno delle “piazze” dove ancora oggi si produce il carbone con i metodi artigianali e tradizionali. A fine giugno altro itinerario nell’altipiano di Cardito. Altre mete saranno i grandi alberi monumentali di Amatrice come il Cerro dell’Amore a Collegentilesco e il Cerro di Galloro a Sant’Angelo. I muretti a secco, patrimonio Unesco, saranno i protagonisti di un’altra escursione e sarà anche l’occasione per scoprire tratti del Sentiero Italia del Cai e antiche chiese come quella dell’Icona Passatora o l’Eremo della Croce. Per informazioni si può consultare il sito ufficiale caiamatrice.it o la pagina Facebook Cai sezione di Amatrice.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy