Bielorussia: mons. Butkevich (Vitebsk) presidente dei vescovi. Succede all’arcivescovo Kondrusiewicz

Sarà il vescovo di Vitebsk mons. Aleh Butkevich a presiedere la Conferenza dei vescovi cattolici in Bielorussia. L’elezione è avvenuta nel corso dell’assemblea plenaria che si è svolta a Minsk, il 14 aprile nel 30° anniversario della ricostituzione delle strutture della Chiesa cattolica nel Paese. Mons. Butkevich prende il posto di mons. Tadeusz Kondrusiewicz, che aveva dato le dimissioni a inizio gennaio come arcivescovo di Minsk per raggiunti limiti d’età, ma che continua a svolgere una serie di compiti nella struttura della conferenza episcopale (presidente della commissione per il culto e la disciplina dei sacramenti e del consiglio per l’ecumenismo, presidente della Commissione per la pastorale). Il vescovo di Grodno Alexander Kashkevich è stato confermato vicepresidente, e il suo vescovo ausiliare, Joseph Stanevsky, rieletto segretario generale. Durante i lavori, riferisce una nota stampa, è stato deciso che le celebrazioni di inizio luglio in onore della patrona della Bielorussia, la Madre di Dio di Budslau nel santuario nazionale a lei dedicato sarà “Madre della Chiesa, prega per noi”. Dato il perdurare della pandemia, anche quest’anno saranno permessi solo “pellegrinaggi individuali”.
I vescovi hanno anche deciso che il 30° anniversario della rinascita della Chiesa cattolica in Bielorussia, nonché il 260° anniversario dell’incoronazione dell’icona miracolosa della Madre di Dio di Bialynichy saranno al centro di una celebrazione nazionale che si svolgerà a Bialynichy. Nell’ambito della celebrazione, si svolgerà “un simposio, nonché una serie di servizi e celebrazioni con la partecipazione di credenti e pastori della Chiesa in Bielorussia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy