Coronavirus Covid-19: Guinea Bissau, muore mons. Pedro Carlo Zilli, vescovo brasiliano di Bafatá e missionario Pime. Il cordoglio della Cnbb

Forte cordoglio nella Chiesa brasiliana per la morte di mons. Pedro Carlo Zilli, missionario del Pime e vescovo di Bafatá (Guinea-Bissau). La morte è avvenuta ieri pomeriggio nell’ospedale francescano di Cumura (Bissau, Guinea-Bissau) Mons. Zilli era ricoverato da qualche giorno a causa dell’infezione da Covid-19, le sue condizioni avevano destato subito preoccupazione, ma solo nelle ultime ore erano peggiorate in modo grave. Aveva 66 anni. Era nato a Santa Cruz do Rio Pardo (Stato di San Paolo, Brasile) il 7 ottobre 1954. Era sacerdote dal 1985 e poco dopo era partito per la Guinea Bissau. Nel 2001 Papa Giovanni Paolo II aveva creato la diocesi di Bafatá, nominando vescovo mons. Zilli.
Numerosi i progetti di collaborazione missionaria avviati grazie a mons. Zilli tra la Chiesa brasiliana e la Guinea Bissau, dove i cristiani rappresentano una minoranza del 15%. La Chiesa del Brasile, attraverso la Commissione episcopale di pastorale per l’Azione missionaria e la Cooperazione interecclesiale della Conferenza nazionale dei vescovi del Brasile (Cnbb) e quella della sua Regione Sus 2, mantiene progetti missionari in Guinea-Bissau, tra cui la missione dedicata a san Paolo VI.
La Conferenza nazionale dei vescovi del Brasile, in una nota, esprime il suo profondo cordoglio e la vicinanza alla diocesi di Bafatá e al Pontificio istituto missioni estere.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy