Stati Uniti: New York, Patriarca Bartolomeo sottoposto “con successo” ad impianto di uno stent al Mount Sinai Hospital di Manhattan. Oggi dovrebbe essere dimesso

Il patriarca ecumenico Bartolomeo è stato sottoposto “con successo” ieri ad un intervento di collocamento di uno stent presso l’ospedale del Monte Sinai di Manhattan a New York ed oggi “dovrebbe essere dimesso”. È quanto fa sapere l’arcidiocesi greco-ortodossa d’America. Negli Stati Uniti dal 23 ottobre per una visita apostolica, il Patriarca Bartolomeo e la sua delegazione sarebbero dovuti rientrare a Istanbul ma, a seguito dei risultati di un check-up presso il Mount Sinai Hospital di Manhattan e su consiglio dei medici, il Patriarca, 81 anni, è stato ricoverato in ospedale ieri nel tardo pomeriggio per un’angiografia a seguito della quale si è deciso di intervenire. Il Patriarca era arrivato negli Usa il 23 ottobre scorso per una visita apostolica di 12 giorni nel corso della quale ha incontrato il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, il segretario di Stato, Antony Blinken, e la portavoce della Camera, Nancy Pelosi. Il 28 ottobre aveva ricevuto all’Università di Notre Dame di South Bend una laurea honoris causa per il suo impegno per l’ambiente e lunedì 1° novembre l’American Jewish Committee gli ha conferito il più alto riconoscimento per le relazioni interreligiose e il progresso delle relazioni ebraico-ortodosse. Il 2 novembre a New York, il Patriarca aveva inaugurato e benedetto la chiesa di San Nicola a Ground Zero. L’edificio fu distrutto 20 anni dagli attentati dell’11 settembre.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy