Rondine Cittadella della Pace: il 9 ottobre ultima testimonianza pubblica di Liliana Segre ai giovani

Saranno i giovani di Rondine Cittadella della Pace a raccogliere il patrimonio morale di Liliana Segre, giovani “nemici” che hanno scelto di convivere e impegnarsi per superare l’odio che separa i loro popoli. Il prossimo 9 ottobre, dalle 10.30, nell’antico borgo medioevale di Rondine ad Arezzo, sede dell’organizzazione internazionale impegnata da oltre vent’anni nella riduzione dei conflitti, la senatrice a vita consegnerà loro il testimone – quali rappresentanti ideali di tutti i giovani italiani e del mondo – “perché proseguano e diffondano il suo messaggio di pace e superamento dell’odio”. Lo riferisce oggi l’ufficio stampa di Rondine. L’evento era stato inizialmente programmato per lo scorso giugno presso lo stadio di Arezzo alla presenza di migliaia di persone. A causa della diffusione del Covid-19, però, l’appuntamento è stato rimandato, ma compatibilmente con le condizioni di salute della Senatrice a vita, è stato riprogrammato al 9 ottobre, all’interno della Cittadella della Pace, ad Arezzo. L’evento, sarà più ristretto poiché dovranno essere garantite le norme sanitarie previste a causa della pandemia, ma sarà comunque accessibile a tutti grazie al digitale sulla piattaforma grazieliliana.rondine.org. L’iniziativa è realizzata dal “Comitato Promotore dell’evento pubblico per Liliana Segre” – capofila Rondine Cittadella della Pace – assieme a Fondazione CR Firenze (partner di progetto) e che raccoglie soggetti pubblici e privati, enti e istituzioni, costituitosi per promuovere la memoria della senatrice a vita e trasformarla in un bene comune a disposizione dell’umanità e della ripartenza dell’Italia. L’evento è realizzato con il patrocinio e il contributo della Regione Toscana e ha come media partner Rai e Agenzia Stampa Dire.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy