Coronavirus Covid-19: Unitalsi, sospesa la Giornata nazionale. Diella (presidente), “segno di responsabilità verso il bene comune”

Sospesa la Giornata nazionale dell’Unitalsi, in programma per sabato 21 e domenica 22 marzo, dal titolo “La vita è gioia condividiamola”. La decisione in seguito all’emergenza legata al Coronavirus. “Sospendere la Giornata nazionale non vuol dire annullarla, ma riprogrammarla speriamo in tempi brevi – afferma Antonio Diella, presidente nazionale dell’Unitalsi –. Abbiamo ritenuto importante non creare ‘condizioni contrarie’ a quelle che ci vengono indicate dalle autorità governative e sanitarie con l’offerta in piazza e nei luoghi di incontro ‘tipici’ (sagrati delle chiese, oratori, ecc.) delle nostre piantine”. La decisione per “dare un segno di responsabilità verso il bene comune e tutelare anche e in particolare tutta quella fascia di nostri soci più anziani, ma sempre pronti ad aderire agli impegni associativi, che potrebbero essere più esposti ad una eventuale trasmissione del virus”. La giornata infatti si concretizza da sempre nell’offerta di una “piantina” in più di 3.000 piazze italiane e diventa occasione di incontro e di sensibilizzazione sui pellegrinaggi e sui progetti di carità che l’associazione svolge, da più di 100 anni, sull’intero territorio nazionale. “Nelle nostre sottosezioni – ha aggiunto Cosimo Cilli, responsabile nazionale per la Giornata – sarà possibile concretizzare, fin da ora, modalità di consegna delle piantine che non comportino assolutamente assembramenti, gazebo e altro, ma che ci consentano localmente di raggiungere, nella massima sicurezza e individualmente, le persone e le famiglie a noi vicine, i nostri sostenitori, i nostri amici, ai quali la piantina potrà essere offerta in attesa di riprogrammare la giornata”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy