Coronavirus Covid-19: mons. Spreafico (Frosinone), “la mancanza della messa ci faccia riscoprire il senso e il valore della domenica”

“Non è stato facile accettare la decisione di sospendere la celebrazione della santa messa e dei funerali, ma dobbiamo condividerla nello spirito del bene di tutti”. Lo afferma il vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino, mons. Ambrogio Spreafico, in una lettera ai fedeli diffusa in questi giorni. “Mai c’era stata una decisione simile nel nostro Paese! La celebrazione eucaristica è il cuore della nostra settimana – prosegue –. Spero che questa mancanza ci porti a riscoprire il senso e il valore della domenica e del nostro ritrovarci attorno al Signore come il suo popolo”. L’invito del vescovo di Frosinone è a non disperare: “Gesù è in mezzo a noi, perché non ci abbandona mai, soprattutto nei momenti di bisogno. Rendiamolo vicino con la preghiera”. Mons. Spreafico suggerisce allora alcuni Salmi con cui pregare e una lettura continuata dei Vangeli, partendo da quello di Marco e dall’episodio di Gesù che salva i discepoli impauriti per la tempesta sul mare di Galilea: “Quella barca sul mare in tempesta è oggi il nostro mondo. Il Signore non permetterà che andiamo perduti”, scrive. Il vescovo di Frosinone chiede poi di non dimenticare in questo tempo la solidarietà con chi è malato, solo, povero: “La distanza fisica non impedisca il ricordo e l’amore reciproco!”. Infine, invita a una giornata di preghiera e digiuno per domani, venerdì 13 marzo, e comunica che nelle prossime domeniche, alle 9, celebrerà la messa in diretta streaming sul sito web e sulla pagina Facebook della diocesi, “per mantenerci in unità di preghiera intorno al Signore Gesù, luce e medico della nostra vita”, conclude.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy