Coronavirus Covid-19: mons. Corazza (Forlì-Bertinoro), “accettare con responsabilità le restrizioni che la situazione ci impone”

“Siamo tutti chiamati ad accettare, ancora una volta, con responsabilità, anche se con tanta sofferenza, le restrizioni che la situazione ci impone”, ma “le nostre chiese rimangono aperte e sono accessibili per la preghiera personale”. Così il vescovo di Forlì-Bertinoro, mons. Livio Corazza, scrive in una lettera ai suoi fedeli diffusa anche attraverso il sito web della diocesi. Nel testo il presule invita alla preghiera in famiglia: per questo da venerdì 13 marzo, alle 19, tutte le campane della diocesi suoneranno all’unisono “per ricordare a tutti, in particolare le famiglie riunite, a trovare un momento di preghiera comune”. Mons. Corazza esorta, inoltre, a non dimenticare le persone che sono sole e ad accogliere e a far rispettare i limiti imposti: “Questo tempo può essere prezioso per la vostra crescita spirituale,come spesso diceva beata Benedetta, anche questo è grazia”. Sospesa la recita continua del rosario in Cattedrale, nella chiesa del Corpus Domini, durante le ore del giorno viene proposta l’adorazione eucaristica dalle 8 alle 19, per la preghiera personale. Domenica 15 marzo, alle 11, in cattedrale, mons. Corazza celebrerà la messa all’altare della Madonna del Fuoco che sarà trasmessa in diretta da Teleromagna (canale 14).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy