Il Ponte d’Oro: sul mensile missionario per ragazzi dossier “C’è maglietta e maglietta”, per “scoprire il mondo che sta dietro a un abito”

Si parla anche di scuola sul numero di giugno del mensile missionario per ragazzi “Il Ponte d’Oro” edito dalla Fondazione Missio. A conclusione di un anno difficile, quando le lezioni vanno in vacanza, è il momento dei bilanci e l’editoriale aiuta a farli: quest’anno – si legge – “tanti ragazzi hanno sentito la mancanza della scuola. Questo dovrebbe aiutare a riflettere sul fatto che, nel mondo, specialmente nei Paesi più poveri, ci sono milioni e milioni di ragazzi ai quali l’istruzione scolastica è negata. E non solo per il Covid, ma perché mancano insegnanti, aule, banchi, computer, palestre, libri, quaderni e matite”. A raccontarlo sono i missionari che vivono in Africa, America Latina, Asia, “dove ai più piccoli non è permesso andare a scuola perché sono obbligati a lavorare, in campagna o nelle miniere, per aiutare la loro famiglia che non ha neppure da mangiare”. E allora ecco che in Costa d’Avorio, il tesoro più prezioso per un’alunna, che sogna di diventare una maestra, è un libro. “Ma con l’estate, arriva anche il cambio dell’abbigliamento: indossare una t-shirt – spiega Chiara Pellicci, della redazione de Il Ponte d’Oro – diventa il gesto più semplice e ripetitivo che si possa fare ogni giorno”. Ecco allora il dossier dal titolo “C’è maglietta e maglietta”. “Otto pagine a misura di ragazzo – chiarisce la giornalista – per scoprire il mondo che sta dietro a un abito: dove e come è stato coltivato il cotone utilizzato per cucirlo? Chi ha materialmente prodotto la stoffa e realizzato il capo? Com’è arrivato fino al negozio dove l’ho acquistato? Cosa rivelano etichetta e prezzo? Trovare risposte a questi interrogativi permette di scoprire moltissimo in merito a rispetto dell’ambiente e diritti dei lavoratori. E pone nelle condizioni di fare le scelte giuste, perché ‘non tutte le magliette sono uguali’”.
Il mensile conduce in un viaggio intorno al mondo con tante altre rubriche: dai minerali nei parchi naturali dello Zimbabwe, alla Malesia dove da poco si è conclusa una lunga diatriba tra islamici e cristiani per l’uso della parola Allah, fino al Kenya dove una giovane ingegnera costruisce mattonelle e mattoni con rifiuti plastici. Infine i fumetti, che questa volta raccontano la vita di padre Giuseppe Allamano, fondatore dei missionari della Consolata.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy