Lavoro: card. De Donatis (Roma), “tante famiglie rischiano di perderlo”, “aiutare più famiglie possibili”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

Giovani, poveri e ammalati: sono questi, oltre alle famiglie, i destinatari dell’azione pastorale della Chiesa di Roma per il prossimo anno pastorale. Lo ha detto il card. Angelo De Donatis, nel suo discorso di questa sera al Laterano, al termine del quale ha consegnato gli orientamenti pastorali diocesani per il prossimo anno. “Con la pandemia, la situazione di alcuni adolescenti e giovani è segnata dalla confusione, dall’incertezza e dalle difficoltà ad interpretare”, l’analisi del cardinale: “Forse alcuni di loro potrebbero non avere il desiderio di uscire e di incontrare gli altri. Offriamo spazi di ascolto e di condivisione, in parrocchia, a scuola, magari nelle ore di religione e sui Social. Coltiviamo anche con i giovani il criterio pastorale dei piccoli gruppi e del ‘guardare negli occhi’; appena sarà possibile organizziamo qualche giornata di vita comune, in parrocchia o fuori con pernottamento, per favorire una narrazione reciproca e una lettura di fede”. “Si prospetta un periodo duro, nel quale tante famiglie rischiano di perdere il lavoro!”, il grido d’allarme di De Donatis, secondo il quale “bisogna creare una mentalità di condivisione che non metta in comune il superfluo, ma parte del necessario: la spesa condivisa, la decima dello stipendio, gli affitti solidali; chi non ha avuto il proprio reddito intaccato dalla crisi, pensi a chi ha perso tutto. Alimentiamo il Fondo Gesù Divino Lavoratore, che è lo strumento con cui vogliamo aiutare più famiglie possibili, offrendo non solo contributi economici di emergenza, ma anche borse lavoro o finanziamenti per far partire piccole imprese. Per i nostri fratelli ammalati e anziani, mettiamo a loro disposizione il tempo, le competenze e la disponibilità per visitarli nelle loro case”. “A settembre Papa Francesco ci aiuterà ad approfondire ed illuminare ulteriormente queste prospettive pastorali”, ha annunciato il cardinale alla diocesi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy