Terra Santa: Ordine Santo Sepolcro, un fondo di sostegno per famiglie e scuole del Patriarcato

Foto (Siciliani-Gennari/SIR)

Un “Fondo speciale di sostegno umanitario Covid-19” dedicato alle conseguenze della pandemia. Lo ha disposto il Gran magistero dell’Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, in accordo con il Patriarcato latino e su suggerimento di numerose luogotenenze. L’obiettivo è quello di sostenere le famiglie cristiane che vivono in Palestina e Giordania nelle loro necessità basilari, con un’attenzione particolare “soprattutto per quelle persone che hanno perso il lavoro a causa del collasso dei pellegrinaggi e del turismo e per l’impossibilità di recarsi quotidianamente al lavoro in Israele”. Con il fondo si vuole garantire anche la liquidità necessaria per mantenere operative le 38 scuole del Patriarcato in Palestina e Giordania, con gli oltre 15.000 alunni e gli oltre 1.300 fra insegnanti ed impiegati.
Il “Fondo di sostegno umanitario Covid-19” dovrebbe aiutare coloro che hanno perso il lavoro a sopperire alle esigenze di base delle proprie famiglie: cibo, prodotti per l’igiene e la cura dei bambini e le medicine. Sarebbero circa 2.000 le famiglie che avrebbero necessità di un sostegno dal Patriarcato durante la crisi. Allo stesso tempo, il fondo fornirebbe aiuto finanziario alle circa 10.000 famiglie stimate non più in grado di pagare le tasse scolastiche. Il relativo aiuto verrà elargito sulla base di criteri che favoriscano coloro che hanno perso il lavoro e non hanno altri mezzi di sostegno. “Gli aiuti umanitari alle famiglie saranno erogati dal Patriarcato attraverso i vari parroci, in collaborazione con i consigli locali del Patriarcato. Ogni parroco presenterà un dettagliato rapporto di tutti gli aiuti distribuiti – spiega il Gran Maestro, il card. Fernando Filoni –. Il sostegno finanziario per le scuole sarà erogato, al tempo stesso, attraverso un coordinamento in ogni sede scolastica fra presidi, amministratori delle scuole, assistenti sociali e parroci. Ogni scuola presenterà un rapporto dettagliato di tutti gli aiuti distribuiti”. Dal cardinale un appello alle luogotenenze e alle delegazioni magistrali di tutto il mondo affinché “affrontino con generosità questa emergenza attraverso donazioni a questo nuovo fondo, che saranno tempestivamente inoltrate al Patriarcato latino di Gerusalemme”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy