Coronavirus Covid-19: Caritas Lucera, un banco alimentare per i più poveri

La Caritas di Lucera ha accolto la proposta del Comune di mettere a disposizione della comunità cittadina un “banco alimentare”, frutto delle numerose donazioni fatte e da farsi, anche da parte di imprenditori e benefattori che hanno a cuore il bene della comunità lucerina. Una sinergia tra Comune e Caritas diocesana che servirà non solo a non sovrapporre servizi essenziali verso i più bisognosi ma che rafforzerà ulteriormente i servizi che la Caritas, assieme al Centro di solidarietà Padre Maestro, porta avanti: centro d’ascolto, somministrazione dei beni di prima necessità (tra cui anche pane fresco e latte), distribuzione di alimenti (banco alimentare) e di quanto necessario per la prima infanzia, mensa d’asporto a pranzo, sostegno economico. A breve sarà attiva anche una linea telefonica per incrementare il centro d’ascolto con il sostegno psicologico.
Il banco alimentare sarà gestito dai volontari della Protezione civile in sinergia e collaborazione con i volontari della Caritas diocesana e delle Caritas parrocchiali.
Da oggi, 30 marzo, le famiglie in difficoltà potranno contattare il numero 0881.520805 (Centro di solidarietà) o il numero 0881.541251 (Comune) per richiedere la consegna di alimenti e/o prodotti per l’igiene di cui necessitano, facendo presente se vi sono bambini all’interno del proprio nucleo familiare in modo da consentire la possibilità di intervenire con viveri idonei per loro. “La richiesta verrà, quindi, valutata ed evasa a stretto giro mediante consegna a domicilio”, spiega una nota.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy