Papa Francesco: udienza, “se tutto il nostro cristianesimo non ci porta alla misericordia, abbiamo sbagliato strada”, “è l’aria da respirare”

(Foto Vatican Media/SIR)

“La misericordia non è una dimensione fra le altre, ma è il centro della vita cristiana: non c’è cristianesimo senza misericordia”. A ribadirlo è stato il Papa, che nella parte finale dell’udienza di oggi – trasmessa in diretta streaming dalla Biblioteca del Palazzo apostolico vaticano e dedicata alla quinta beatitudine: “Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia”, ha lanciato un forte monito: “Se tutto il nostro cristianesimo non ci porta alla misericordia, abbiamo sbagliato strada, perché la misericordia è l’unica vera meta di ogni cammino spirituale. Essa è uno dei frutti più belli della carità”. “Ricordo che questo tema è stato scelto dal primo Angelus che ho dovuto dire come Papa: la misericordia”, ha raccontato a braccio Francesco: “E questo – ha proseguito – è rimasto molto impresso in me, come un messaggio che come Papa avrei dovuto dare sempre, un messaggio che deve essere di tutti i giorni, la misericordia. Da quel giorno ho avuto l’atteggiamento un po’ svergognato di fare pubblicità ad un libro sulla misericordia appena uscito dal cardinale Kasper. E ho sentito tanto forte che questo è il messaggio che dovevo dare come vescovo di Roma: misericordia, per favore, misericordia, perdono. La misericordia di Dio è la nostra liberazione e la nostra felicità. Noi viviamo di misericordia e non ci possiamo permettere di stare senza misericordia. E’ l’aria da respirare. Siamo troppo poveri per porre le condizioni, abbiamo bisogno di perdonare, perché abbiamo bisogno di essere perdonati”. “Ognuno deve ricordare di avere bisogno di perdonare, di avere bisogno del perdono, di avere bisogno della pazienza”, il consiglio del Papa, secondo il quale “questo è il segreto della misericordia: perdonando si è perdonati. Perciò Dio ci precede e ci perdona Lui per primo. Ricevendo il suo perdono, diventiamo capaci a nostra volta di perdonare. Così la propria miseria e la propria carenza di giustizia diventano occasione per aprirsi al regno dei cieli, a una misura più grande, la misura di Dio, che è misericordia. Da dove nasce la nostra misericordia? Gesù ci ha detto: ‘Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso’. Quanto più si accoglie l’amore del Padre, tanto più si ama”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy