Coronavirus Covid-19: Rimini, la diocesi mette a disposizione degli ammalati una casa di accoglienza per la quarantena

La diocesi di Rimini mette a disposizione una casa d’accoglienza da utilizzare in caso di emergenza Coronavirus, per ospitare persone o gruppi famigliari che non possono vivere la quarantena nella propria casa. La richiesta della Protezione civile si è indirizzata verso la casa di accoglienza di Montefiore Conca, struttura che sorge a fianco del santuario Madonna di Bonora. Sono una trentina le camere a disposizione, tutte con bagno. “Con pochissimi, rapidi e semplici interventi potrebbe essere pronta allo scopo”, informa la Caritas diocesana. La casa è stata visitata nei giorni scorsi dalla Protezione civile, dall’economo diocesano, don Danilo Manduchi, assieme al sindaco di Montefiore Conca, Filippo Sica, e al responsabile dell’Ufficio Tecnico comunale. “La struttura manca ancora di un documento comprovante l’abitabilità, ma si tratta di una pratica burocratica facilmente risolvibile”, aggiunge la Caritas. La diocesi di Rimini ribadisce la sua “piena disponibilità” nel cercare le soluzioni “più idonee atte a fronteggiare l’emergenza Coronavirus” e ad “aiutare le persone, enti e istituzioni che si trovano ad affrontare l’attuale, difficile situazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy