Coronavirus Covid-19: card. Comastri, “Maria dal cielo ci protegge e prega per noi, anche in questo momento”

“La Resurrezione di Gesù è il fondamento del nostro ottimismo”. Lo ha detto il card. Angelo Comastri, meditando il primo Mistero della Gloria, che ha inaugurato la recita del Rosario di oggi, trasmessa in diretta streaming dalla basilica di San Pietro, subito dopo la recita della preghiera mariana dell’Angelus. “Il Venerdì Santo – ha proseguito il cardinale – è il giorno del buio, il giorno dell’odio senza ragione, il giorno dell’uccisione del giusto. Ma non è l’ultima parola. L’ultima parola è la Pasqua, che è il trionfo della vita, la vittoria del bene sul male. È luce che si riaccende, amore che vince l’odio”. “Mentre si consuma il nostro Venerdì Santo e si ripete l’angoscia di tanti Sabati santi – la preghiera di Comastri – donaci la fede tenace di Maria per credere nella verità della Pasqua”. Nel secondo mistero glorioso, ha detto il cardinale, “Gesù Risorto sale al cielo e ci aspetta nella casa della grande festa. E la vita è il tempo di prepararci a questo incontro”. Il terzo Mistero ella Gloria è il mistero della Pentecoste. “Gesù manda lo Spirito Santo che discende su Maria, sugli apostoli e sulla Chiesa”, ha ricordato il porporato: “Inizia il tempo della missione, dell’annuncio del Vangelo a tutto il mondo. E tutti siamo missionari del Vangelo, annunciatori del Vangelo”. “Veramente Dio rovescia i potenti dai troni e innalza gli umili”, il commento al quarto mistero glorioso, che ci mostra Maria assunta in cielo: “Lo vediamo in Maria, lo vediamo tante volte nella storia, lo vediamo ogni giorno”. Il quinto Mistero della Gloria, ha concluso Comastri, “è il mistero bello del Paradiso, il nostro futuro. Maria dal cielo ci protegge e prega per noi, anche in questo momento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy