Coronavirus Covid-19: Urbino, il vescovo Tani invita a recitare domani sera il rosario per tutto il Paese

Un invito a unirsi alla preghiera della Chiesa italiana, la sera di domani, giovedì 19 marzo, solennità di san Giuseppe. Lo rivolge l’arcivescovo di Urbino-Urbania-Sant’Angelo in Vado, mons. Giovanni Tani, a sacerdoti e fedeli della Chiesa locale, chiedendo di riconoscere “la forza di questo santo chiamato a custodire la sua famiglia anche in momenti molto critici”. Il presule ricorda l’invito dalla presidenza della Conferenza episcopale italiana a recitare il rosario, fissato alle 21 di giovedì 19 marzo, festa di San Giuseppe, Custode della Santa Famiglia e patrono di tutta la Chiesa. “Nelle intenzioni dei Pastori, l’appuntamento acquista un significato simbolico di supplica che nella fede unisce l’intero Paese, coinvolgendo fedeli, famiglie, comunità religiose, unite alla proposta di esporre alla finestra delle case un piccolo drappo bianco o una candela”. Tv2000 offrirà la possibilità di condividere la preghiera.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy