Salute: Moncrivello, nuovo corso per operatori socio-sanitari promosso dai Silenziosi operai della croce

Ha preso il via nei giorni scorsi il corso da operatore socio-sanitario presso la casa di cura “Mons. Luigi Novarese” di Moncrivello. “Abbiamo concluso da poco il corso iniziato nel 2019 e sono già ripartite le lezioni”, commenta la responsabile, Mara Strazzacappa. “Grazie al Cisas di Santhià e all’Asl di Vercelli per la collaborazione e soprattutto alla Regione Piemonte”, prosegue Strazzacappa, sottolineando che “altri 25 iscritti selezionati sulla base di 110 partecipanti alla prova tenutasi a settembre, avranno così la possibilità di ottenere gratuitamente la qualifica di Oss, una professione che in questo momento presenta ampie possibilità lavorative e di sviluppo professionale”.
Come viene spiegato in una nota diffusa oggi, organizzato per il terzo anno consecutivo dall’Agenzia formativa dei Silenziosi Operai della Croce in collaborazione con l’ASL di Vercelli e il CISAS di Santhià e approvato e finanziato dalla Regione Piemonte, il corso dura 1.000 ore e si svolgerà in modalità online e, qualora fosse possibile in base alle nuove disposizioni, presso le aule del complesso sanitario del Trompone di Moncrivello. Oltre alle ore di lezione, il corso prevede un ampio periodo di stage che sarà definito individualmente. “Il corso realizzato all’interno del complesso del Trompone – viene evidenziato – permette di apprendere con una modalità di stretta interazione con le attività sanitarie e socio sanitarie presenti in loco, interagendo con professionisti validi ed aggiornati e con la possibilità di sperimentare metodologie ed attrezzature all’avanguardia”. Inoltre, “all’interno del corso, viene dato ampio spazio alla formazione umana ed allo sviluppo di capacità relazionali che – conclude la nota – divengono parte integrante e portante del prendersi cura di persone ammalate e fragili”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy