Coronavirus Covid-19: Ordine di Malta, presentato il Rapporto “Doctor to Doctor” per la conoscenza del virus

A un anno dall’inizio della pandemia di Covid 19, il Sovrano Ordine di Malta, insieme al think tank britannico Forward Thinking, presenta un rapporto sui principali risultati del ciclo di conferenze online che si sono tenute durante il 2020 e il 2021 con rappresentanti della sanità e della politica di tutto il mondo. Il progetto “Doctor to Doctor” – messo a punto nel marzo del 2020 in risposta all’emergenza sanitaria – ha creato una piattaforma di formazione dedicata agli esperti che ha consentito di conoscere meglio il coronavirus, in un momento nel quale i casi si stavano diffondendo velocemente in tutto il mondo, con decessi in rapido aumento e reparti di terapia intensiva improvvisamente messi sotto crescente pressione. “Attraverso la sua vasta rete diplomatica – dichiara il Gran Cancelliere dell’Ordine di Malta, Albrecht Boeselager – il dipartimento Affari Esteri del governo dell’Ordine, in partnership con Forward Thinking, è riuscito a coinvolgere alti rappresentanti di diverse autorità sanitarie nazionali in dibattiti online proficui e approfonditi, che hanno permesso agli esperti – come immunologi, virologi, medici di pronto soccorso e responsabili delle politiche sanitarie – di condividere le loro esperienze con l’intento di far progredire, a livello mondiale, la conoscenza del Covid 19”.  Alle conferenze online hanno partecipato finora circa 150 esperti medici provenienti da Arabia Saudita, Australia, Germania, Iran, Irlanda, Italia, Giordania, Libano, Palestina, Regno Unito, Repubblica Democratica del Congo, Siria, Sudafrica, Svezia, Turchia, Yemen e Organizzazione mondiale della Sanità. Inoltre, l’Ordine di Malta ha organizzato anche un’iniziativa, chiamata “Doctores en la Red” (Medici sul web), rivolta specificatamente ai paesi dell’America Latina. Complessivamente sono state organizzate quattro conferenze, che hanno visto coinvolti 16 paesi, 13 dei quali latino-americani: Colombia, Costa Rica, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Guyana, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Perù, Porto Rico, Repubblica Dominicana, insieme a Spagna, Stati Uniti e Italia. Gli ultimi Doctor to Doctor hanno trattato in particolare i progressi fatti nel campo dei vaccini e del loro arrivo sul mercato. Il rapporto, presentato oggi, è diviso in quattro sezioni: la storia dell’iniziativa e come si è sviluppata, i principali risultati, con una sintesi approfondita delle diverse esperienze vissute dai Paesi per arginare il Covid 19, e una breve panoramica sui possibili futuri temi di confronto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy