Cammino sinodale: mons. Santoro (Taranto), “ascoltare e condividere per portare a tutti la gioia del Vangelo”

“Il Vangelo scelto per la liturgia di questo inizio è il parallelo del Vangelo di san Luca della pesca miracolosa che abbiamo scelto come icona del nostro cammino pastorale di quest’anno col tema ‘Portatori di fiducia in un cammino sinodale’. La fede, la fiducia e il cammino sinodale si fondono e così anche noi nella nostra diocesi vogliamo cominciare il nostro cammino sinodale”. Lo ha detto l’arcivescovo di Taranto, mons. Filippo Santoro, in occasione dell’apertura, nella diocesi ionica, del Sinodo che si terrà nel 2023. Alla liturgia della Parola nella cattedrale di san Cataldo hanno preso parte i vicari episcopali e di zona, il consiglio presbiteriale, il capitolo metropolitano, il consiglio pastorale diocesano, tutti i sacerdoti diocesani, religiosi e religiose, un rappresentante per parrocchia e uno per associazioni, gruppi, movimenti e confraternite del territorio. “In questo cammino il Papa ci ha indicato tre passi: innanzitutto l’incontro e l’ascolto. ‘Noi – dice il Santo Padre – che iniziamo questo cammino, siamo chiamati a diventare esperti nell’arte dell’incontro. Non nell’organizzare eventi o nel fare una riflessione teorica sui problemi, ma anzitutto nel prenderci un tempo per incontrare il Signore e favorire l’incontro tra di noi’. Ci dice ancora il Papa: ‘Fare Sinodo è porsi sulla stessa via del Verbo fatto uomo: è seguire le sue tracce, ascoltando la sua Parola insieme alle parole degli altri’. Infine, discernere. L’incontro e l’ascolto reciproco non sono qualcosa di fine a sé stesso, che lascia le cose come stanno. Al contrario, quando entriamo in dialogo, ci mettiamo in discussione, in cammino, e alla fine non siamo gli stessi di prima, siamo cambiati”. L’arcivescovo Santoro ha fatto inoltre riferimento al Consiglio Permanente della Cei che sul cammino sinodale ha rivolto due testi a presbiteri, diaconi, consacrati e consacrate e a tutti gli operatori sociali, donne e uomini di buona volontà, con focus centrale il tema dell’ascolto. “Questo è il senso del nostro Cammino sinodale: ascoltare e condividere per portare a tutti la gioia del Vangelo” – ha concluso mons. Santoro, che ha infine ricordato: “Nella nostra assemblea diocesana che, si terrà il 26 novembre prossimo, saranno presentate le domande per una riflessione in ogni parrocchia, nelle associazioni ecclesiali e movimenti. Un cammino fatto insieme”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy