Colombia: vescovi si riuniscono in assemblea virtuale per riflettere sulla propria missione in questo tempo di pandemia

Si terrà in modalità virtuale la centodecima assemblea della Conferenza episcopale colombiana (Cec), che prenderà il via oggi, 6 luglio, per concludersi mercoledì 8 luglio. L’assemblea, come scrive sul sito della Cec mons. Luis Fernando Rodríguez Velásquez, vescovo ausiliare di Cali, è chiamata a “discernere, alla luce del Vangelo, l’ora attuale della Chiesa e del mondo, segnata dalla pandemia di Covid-19, che ci chiede di pensare e ripensare le realtà fondamentali della convivenza sociale, religiosa, politica, economica, culturale ed ecologica, per situare la missione della Conferenza episcopale in questo contesto e stabilire in modo sinodale le linee guida pastorali per continuare nel compito di evangelizzazione”.
Senza dubbio sarà un incontro completamente nuovo. “È vero che proviamo nostalgia – afferma il vescovo –, perché ogni Assemblea, più che il trattamento di questioni e situazioni speciali, è un’opportunità per una condivisione tra i fratelli vescovi, rafforzando i legami di collegialità episcopale, fraternità e aiuto spirituale”. Gli insegnamenti di questo periodo di “confinamento”, scrive ancora mons. Rodríguez, “toccano tutti i campi della vita individuale, delle comunità ecclesiali e del mondo in generale. Pertanto, faremo dei vescovi un’analisi della situazione attuale, delle luci e delle ombre che sono apparse in questi giorni. Allo stesso modo, saranno condivise le azioni concrete che la Chiesa colombiana ha intrapreso a favore dei più bisognosi, dei malati, dei migranti, dei detenuti e di coloro che sono stati colpiti umanamente, psicologicamente e spiritualmente dalla pandemia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy