Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Covid-19, dall’Ospedale Niguarda messaggio di speranza. Russia e India: primi provvedimenti

Coronavirus/1 Italia, rallenta il numero dei contagi. In arrivo le mascherine. Dal Niguarda un segnale di speranza

Un neonato sdraiato sulla pancia nella sua culla, con un pannolino su cui è stato disegnato un arcobaleno sotto la scritta “andrà tutto bene!”, il messaggio emblema della lotta contro il coronavirus. È l’immagine di speranza – rilanciata dall’Ansa – che sta diventando virale, e che l’Ospedale Niguarda di Milano ha scelto per cominciare l’ennesima giornata di affanni nei reparti dove si curano i pazienti contagiati dal Covid-19. “Più forte di tutto c’è la vita! Benvenuti a tutti i bimbi che stanno nascendo in questi giorni difficili… Siete la prova che la vita non si ferma”, è il post sulla pagina Facebook dell’ospedale, a corredo della foto pubblicata ieri sera dall’Associazione amici della neonatologia del Niguarda. Segue, sull’agenzia, l’ultimo bilancio dell’epidemia: oltre duemilacento vittime finora in Italia per il Covid-19 (per la precisione 2.158), ma il trend di contagi è stabile, se non in calo. Le ultime cifre sui malati nel Paese accendono una prima speranza: la curva dei nuovi infetti non cresce più al ritmo che si temeva. Sono complessivamente 23.073 le persone positive, con un incremento rispetto al giorno precedente di 2.470, quando l’aumento invece era stato di 2.853. Un dato che però non comprende i numeri di Puglia e provincia autonoma di Trento. Anche in Lombardia, la regione più colpita, la spinta percentuale non è in aumento. E sui dati generali, il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, sottolinea: “ci sono 414 nuovi guariti, più di ieri”. Ma aumentano i malati in terapia intensiva: 179 in più, per un totale di 1.851 in tutta Italia. Uno spiraglio arriva anche sul fronte dell’approvvigionamento di mascherine, a più alta protezione, utilizzate in particolar modo nelle terapie intensive, dopo l’allarme sul rischio di esaurimento scorte in Lombardia lanciato dell’Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri. “A breve si avvierà la produzione nazionale di mascherine, che è prevista anche nel decreto ‘Cura Italia’. Ricevo richieste di tantissime aziende che si propongono di produrle”, spiega Borrelli. A dare il proprio contributo saranno anche le lavorazioni sartoriali presenti in alcuni istituti penitenziari.

Coronavirus/2 Italia, messaggio del presidente del Senato Casellati: “coraggio dei medici lo stesso di chi si è battuto per l’Unità”

“L’Italia oggi vive una delle crisi più difficili di questo secolo: un’emergenza sanitaria che si è giorno dopo giorno trasformata in un’emergenza economica, finanziaria, sociale. Ma proprio in queste drammatiche giornate, gli italiani stanno riscoprendo la ricchezza di quei valori di solidarietà, di fratellanza e di spirito di sacrificio che sono stati, sono e saranno sempre il collante della nostra nazione”. Lo ha dichiarato il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in occasione del 159° anniversario dell’Unità d’Italia. “Il coraggio dei nostri medici, degli infermieri, del personale sanitario, delle forze dell’ordine e di tutti gli italiani che – afferma – con enormi sacrifici personali si stanno battendo per curare chi è ammalato e per contenere l’epidemia da coronavirus è lo stesso coraggio dei cittadini che si sono sacrificati per l’ideale dell’Unità nazionale”.

Coronavirus/3 Nel mondo: Russia e India, misure per il contenimento del Covid-19. A Mosca scuole chiuse per un mese

La Cina ha registrato ieri un solo caso a Wuhan, focolaio del coronavirus, e altri 20 di contagio di ritorno. Secondo gli aggiornamenti della Commissione sanitaria nazionale (Nhc), i morti sono stati 13, di cui 12 nella provincia dell’Hubei – di cui Wuhan è capoluogo – e uno in quella di Shaanxi. Tra i casi mortali, nove sono stati rilevati a Pechino, tre a Shanghai e nel Guangdong, e uno nelle province di Zhejiang, Shandong, Guangxi, Yunnan e Shannxi. I contagi di ritorno sono così saliti a 143. La Corea del Sud ha approvato una stretta ai controlli a partire da giovedì su tutti gli arrivi internazionali contro i rischi del contagio di ritorno, nel mentre ha annunciato su lunedì 84 nuovi casi di coronavirus che hanno portato il totale a quota 8.320. I morti sono saliti a 81. Russia: tra il 15 e il 16 marzo il numero delle persone risultate positive al coronavirus in Russia è più che triplicato, passando da 30 a 93. “Si cominciano a prendere misure più adeguate verso quello che sembrava essere un problema di altri”, scrive Asianews. La vice-premier Tatjana Golikova ha riunito un apposito comitato per la lotta al virus, rendendo noti i numeri recenti (finora non vi erano informazioni ufficiali in proposito), dichiarando che delle persone infette “4 sono guariti, 79 sono ricoverate in camere sterili e 57 sono malati in forma lieve, senza alcun sintomo; solo 2 persone sono in terapia intensiva per problemi respiratori”. Dei 93 casi, la maggioranza (83) avrebbero contratto il virus all’estero, mentre sono 7 i russi che si sono infettati per contatti all’interno del Paese. A Mosca, il sindaco Sergej Sobjanin ha chiuso le scuole fino al 10 aprile, e ha raccomandato agli anziani di non uscire di casa. India: annullato il pellegrinaggio per la pace, che si svolge da oltre 30 anni; chiuse le case che ospitano i lebbrosi e i sacerdoti anziani. Lo hanno deciso l’arcidiocesi di Mumbai e gli istituti cattolici che operano nel territorio, per prevenire la diffusione del contagio del coronavirus. Intanto oggi è giunta la notizia della terza vittima nel Paese, deceduta dopo aver contratto l’infezione, una donna di 64 anni che abitava a Mumbai. Economia: le Borse europee rimbalzano e aprono questa mattina in forte rialzo, dopo il tracollo di ieri a Wall Street.

Calabria: sequenza sismica sulla costa occidentale. Scosse avvertite dalla popolazione. Al momento non si segnalano danni

Una sequenza sismica è stata registrata dall’1.47 sulla costa occidentale della Calabria, davanti alle province di Cosenza e Catanzaro. Si sono registrati finora oltre 10 terremoti, il più forte dei quali di magnitudo 3.9 all’1.52 con epicentro a 7 km da Nocera Terinese (Catanzaro) e Serra d’Aiello (Cosenza) e ipocentro a 33 km di profondità. Sono state registrate delle repliche di magnitudo 3.4 e 3.5 rispettivamente all’1.55 e alle 2.02. Le scosse sono state avvertite chiaramente dalla popolazione. Lo sciame sismico è proseguito con altre scosse di magnitudo inferiore a 2. Non si segnalano al momento danni a persone o cose.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy