Coronavirus Covid-19: Francia, Macron annuncia il blocco totale del Paese. Vescovi sospendono le messe

“Siamo in guerra. Una guerra sanitaria, certo: non combattiamo un esercito né un’altra nazione, ma il nemico è lì, che avanza invisibile, sfuggente, e questo richiede la nostra mobilitazione generale. Siamo in guerra e tutta l’azione del governo e del parlamento deve essere diretta a combattere l’epidemia”. Con queste parole ieri sera, in un discorso in diretta tv alla Nazione, il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, ha annunciato il blocco totale del Paese, per i prossimi 15 giorni, a partire da mezzogiorno, per combattere l’epidemia da Coronavirus. “Lo sforzo che vi chiedo non ha precedenti – ha detto al Paese -, ne sono consapevole, ma le circostanze ci costringono a farlo”. Alla luce della nuova situazione, anche i vescovi francesi hanno deciso di modificare le misure restringendole e soprattutto unificandole per tutte le chiese del Paese. A partire da ieri, lunedì 16 marzo, non potrà essere celebrata nessuna messa, battesimo e matrimonio. Solo i funerali possono essere celebrati, ma rispettando le limitazioni e le regole di partecipazione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy